Della singolare concentrazione di eccellenze in quel pezzo di Emilia che va da Modena a Bologna hanno narrato in molti. Vedere e vivere le atmosfere tra pianura e collina, che hanno generato non solo sapori indimenticabili, ma anche opere dell’ingegno industriale leggendarie e toccarle con mano è un’esperienza unica ed alla portata di tutti.

Monte San Pietro, in questo contesto, ha una perla rara nel suo genere: la Collezione Nigelli a San Martino in Casola. Qui, grazie al tempo ed alla passione di un imprenditore del settore meccanico, è nata una raccolta unica nel suo genere, con oltre 300 modelli di motociclette esposti, ma, in particolare, la raccolta di tutti gli 84 modelli delle marche di moto nate a Bologna nel
corso del ‘900. Il caso “Bologna”, per le moto, è unico al mondo e vale veramente la pena toccare con mano i prodotti della genialità degli artigiani e dei meccanici di una città che non è solo la “grassa” e la “dotta”.
La collezione Nigelli è segnalata nelle principali guide dedicate ai motori, ed offre, oltre alle motociclette, anche pezzi veramente soprendenti, come oltre 100 esemplari di segnalatori acustici, dalle trombette al segnalatore della Marina Militare, udibile a 15 km di distanza in mare aperto.
La Collezione Nigelli si trova in via Giuseppe Venturi nella frazione di San Martino in Casola, direzione San Lorenzo in Collina. Per visitare la Collezione Nigelli è necessario prendere appuntamento.

La giornata può proseguire da qui, ritornando sulla provinciale Via Landa e dirigendosi verso la località del Loghetto, lungo strade collinari immerse nei boschi, fino a Monte San Pietro.
Da qui si raggiunge un’altra località, detta Isola, da dove, proseguendo verso Mongiorgio si arriverà, dopo un tratto spettacolare di boschi, vigneti, frutteti e calanchi che cambia ad ogni stagione, alla medievale Badia del Lavino.

La full immersion nella storia della motocicletta può anche arricchirsi con una digressione fuori del comune di Monte San Pietro: a pochi chilometri infatti si trova la Ducati, dove, su prenotazione, è possibile visitare il museo aziendale che celebra la storia del marchio più prestigioso del motociclismo italiano e mette in mostra tutti i modelli della casa di Borgo Panigale dai primi anni alle moto delle competizioni mondiali recenti.

Login